Sanremo 2018: cosa mi sta per succedere?

Eccoci di nuovo qui. Si, lo so, non scrivo da un po’. Sfido a voi a scrivere e anche a dare esami universitari! Questa sessione sarà però fermata a sto giro. Perché? Perché andrò a Sanremo 2018!

Sanremo 2018: che aspettative ci sono?

Come sapete Sanremo è Sanremo. Non credo che ci sia davvero un modo per descrivere la sensazione che questo contest musicale trasmette per chi nel mondo della musica vive tutti i giorni. Ultimamente abbattuto da critiche sempre più negative, la città ligure resta sempre e comunque la città meta ambita per quei cantanti che vogliono affermarsi nel panorama nazionale senza buttarsi sui talent show, sempre più sommersi da commenti negativi. E per chi da questa parte invece lavora a contatto con la musica, con l’unico intento di renderla il più diffusa possibile, pensate sia diverso? Il pensiero che dopo 4 anni che scrivo finalmente potrò raggiungere quella sala stampa è una soddisfazione che non posso spiegare facilmente.

Cos’ha ancora la musica italiana da offrire

La musica italiana è e rimarrà sempre la mia preferita. Si, sono patriottico; lo so. Il fatto è che con la musica madre di Sanremo 2018 – quella indietro nel tempo per capirci – le persone sono cresciute. Quando all’inizio infatti Sanremo riprende le grandi canzoni, quelle che hanno fatto la storia – Perchè lo fai di Marco Masini o Spalle al muro di Renato Zero –  mia nonna, che mi ha insegnato ad apprezzare la bellezza del palco dell’Ariston, lacrima. Lacrima ricordando quelle sensazioni che la portano indietro nel tempo e che ha legato indissolubilmente alle canzoni trasmesse da Sanremo.

Cosa farò li?

Oh beh, io sarò li per parlarvi di tutto. Ma è meglio che vi dica come mi sento all’idea di incontrare il direttore artistico, Claudio Baglioni, o Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Li sognavo quando li vedevo in TV; e ora? Ora potrò parlarci! Io vi parlerò anche delle canzoni che sono in gara a  Sanremo 2018, ma anche di tutti gli artisti che faranno parte del cast di quest’anno che, come ormai tutti sapranno, è sempre più visto come il cast di Baglioni. Restate quindi allerti e mettete questo sito nei vostri preferiti!

Ps. I nomi degli artisti giovani in gara sono qui

Eva Pevarello – Cosa ti salverà
Mudimbi – Il Mago
Lorenzo Baglioni – Il Congiuntivo
Mirkoeilcane – Stiamo Tutti Bene
Giulia Casieri – Come stai
Ultimo – Il ballo delle Incertezze
Leonardo Monteiro – Bianca
Alice Caioli – Specchi rotti

Pps. I nomi degli artisti big in gara, li trovate qui sotto

Robi Facchinetti e Riccardo Fogli – Il segreto del tempo
Nina Zilli – Senza Appartenere
The Kolors – Frida
Diodato e Roy Paci – Adesso
Mario Biondi – Rivederti
Luca Barbarossa –Passame er sale
Lo Stato Sociale – Una vita in vacanza
Annalisa – Il mondo prima di te
Giovanni Caccamo – Eterno
Enzo Avitabile con Peppe Servillo – Il coraggio di ogni giorno
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico – Imparare ad amarsi
Renzo Rubino – Custodire
Noemi – Non smettere mai di cercarmi
Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente
Le Vibrazioni – Così sbagliato
Ron – Almeno pensami
Max Gazzè – La leggenda di Cristalda e Pizzomunno
Decibel – Lettera dal Duca
Elio e le storie tese – Arrivedorci
Red Canzian – Ognuno ha un suo racconto

 

Autore dell'articolo: Deki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *